SPORT, SALUTE, SOGNI & SENTIMENTO

Trail dell’Amiata 2019

Trail dell’Amiata 2019

Oggi, domenica 18 agosto 2019, alle 10:00 di mattina ho partecipato al Trail dell’Amiata, un vulcano spento dal fascino unico che sta in Toscana, per parte senese. 27 km di trail running con 1.300 m di dislivello di grazia.

Non avrei mai pensato di poter correre una gara impegnativa come questa. Correre mi aiuta a concentrarmi sulla mia vita, ad essere propositiva e mi aiuta a tirare fuori dell’energia positiva. Quando corro mi succede questa cosa che definisco magica e mi fa stare bene anche questa stanchezza del postgara, che mi godo fino all’ultimo istante (prima di ogni rilancio).

I cancelli orari di questa gara erano tre e il secondo e il terzo erano davvero inclementi per una gara d’impegno come questa (il pensiero era unanime), però son riuscita a starci dentro e a finirla in tre ore e 24 minuti. E’ stata una vera dannata avventura e tante persone mi stanno incoraggiando ad allenarmi di più, con più convinzione.

A questa gara mi sono iscritta quasi per caso, grazie soprattutto alla complicità Tommaso che me l’ha segnalata e mi sprona sempre, anche quando non sono molto allenata. L’ho presa come un allenamento lungo della domenica in un posto naturale che non conoscevo e la prima donna da battere ero proprio io.

Fino al 15 km sono andata davvero bene, mi sembrava di volare. Al 16 km stavolta, poco dopo la vetta, ho sperimentato per la prima volta in gara un dolore intercostale, apprentemente all’altezza del mio cuore, fastidioso, che purtroppo mi ha fatto rallentare. Una signora mi ha detto che probabilmente ho sforzato un pò troppo in salita. Sto imparando molto dagli altri corridori e ogni loro consiglio lo ritengo prezioso. Dopo aver variato il ritmo un paio di volte però, il dolore è sparito, e verso il finale ho potuto ricominciare a spingere.

Il mio primo obiettivo di ogni gara è stare bene, quindi ascolto molto i segnali del mio corpo e li assecondo, perchè voglio finire ogni gara con il sorriso. All’arrivo anche questa volta mi hanno chiesto come faccio ad essere così radiosa e fresca. Ne vado fiera, perchè corro per stare bene.

C’è un ampio margine di miglioramento certo e, sicurarmente, dovrei impegnarmi di più.

Oggi l’energia era buona.

Silvia
Amo la natura e nutro un sincero, profondo e atavico rispetto per essa. Mi piace stare all'aria aperta e spesso mi rifugio tra le sue braccia per trovare conforto e godere della gioia di vivere. Questo blog lo tengo per condividere alcune belle avventure che ho vissuto e dalle quali Altri potrebbero trarre ispirazione.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*